Al salone internazionale del giocattolo di Milano

Ieri siamo andati in gita al salone internazionale del giocattolo di Milano.

Ricordo ancora con grande affetto quell’unica volta in cui mia madre mi portò da bambina in una fiera della mia città. Mi sfugge quale fosse il tema principale della fiera, ma so che c’era un intero padiglione tutto dedicato ai giocattoli. Non era ancora Natale, ma Natale si stava avvicinando, la sua magia si sentiva nell’aria… doveva essere proprio metà/fine Novembre. Ricordo benissimo la bancarella in cui un signore dimostrava un nuovo giocattolo da cui fui rapita: era una semplice padellina, collegata con un tubino ad un piccolo motorino. Si metteva un po’ d’acqua nella padellina e si spingeva un bottone: il motorino mandava dell’aria nella padella e faceva letteralmente sobbollire l’acqua. Il principio era quello dell’idromassaggio, ma sembrava proprio olio che friggeva! La padellina era corredata con dei wurstel, un hamburger, un uovo fritto e una palettina per girare i cibi. Chiesi a mia madre di regalarmela e lei, solo alla fine del giro (e quindi prima di uscire dalla fiera) me la comprò. Non so se è stato il giocattolo in se o l’esperienza fatta con la mia mamma in quella fiera piena di giochi, ma ricordo quella giornata come indimenticabile.

Ecco perché quando ho saputo che facevano una fiera del giocattolo a Milano ho deciso subito di portarci mio figlio. Ci siamo andati proprio ieri, insieme ad altre due famiglie, con due suoi amichetti. In gruppo è stato ancora più bello, i bimbi erano al settimo cielo!

Partire è sempre magico per i bambini, anche solo in una gita di un giorno il senso della scoperta e della meraviglia non mancano. In questo caso poi abbiamo viaggiato tutti insieme in treno, con un frecciarossa, scegliendo poltroncine vicine, rendendo tutto ancora più avventuroso!

E naturalmente per il treno avevo preparato qualche gioco da viaggio ad hoc! Un bingo e una battaglia navale, stampati in casa e poi plastificati.

Una volta plastificati se ci si scrive con i pennarelli cancellabili da lavagna magnetica i cartoncini si possono usare e riusare più volte. L’idea l’ho presa da internet, dove si trovano moltissimi modelli, pronti da stampare. Ce ne sono di più adatti ad un viaggio in macchina, altri più per treno o aereo, c’è l’imbarazzo della scelta! I cartoncini poi si possono girare dal lato bianco (plastificando anche il retro) e usare per fare disegni liberi o per giocare a tris.

Poi con un colpo di fazzoletto tutto è cancellato, per ricominciare da capo infinite volte! Questi giochi da viaggio sono stati usati in treno da tutti e tre i bimbi, sia all’andata che al ritorno. Sono piaciuti quindi!

Ma veniamo alla fiera. Il titolo era “G come Giocare” e si tratta del decimo anno di realizzazione. Ci sarà anche oggi, domenica 19 Novembre, in FieraMilanoCity (fermata Portello della linea linea M5 del metrò).

Si tratta sicuramente di un evento molto commerciale, e non tutti i marchi erano presenti. Per esempio mancavano Hasbro e Mattel, assenze che sicuramente pesano. Ma un posto così strabordante di giocattoli per un bambino rappresenta comunque un sogno.

C’erano molti spazi interattivi dove i bimbi potevano vedere e utilizzare tanti giochi diversi. Dai Lego ai Playmobil, dai Bunchems ai Geomag, dai Duplo agli Schleich, con brand come Pokemon, Winks, Ben-Ten, Sabbiarelli, Minion, Paw Patrol e tanti altri. C’erano anche diversi stand di giochi da tavolo, con tavolini-prova per cimentarsi in una partita.

In molti stand davano in regalo dei bellissimi gadget e piccoli giochi, ne abbiamo presi tanti. Fra questi bustine con personaggi e veicoli Lego, portacarte dei Pokemon, un mini presepe, degli Amibo, fogli con tanti adesivi, una rivista e un personaggio Playmobil, biro e temperamatite personalizzati ed altro ancora.

C’erano a volte file un po’ lunghine da affrontare e mi sarei anche aspettata qualche stand in più se devo essere sincera. Ma i bambini hanno amato molto questa gita, e per loro le occasioni di gioco, di stupore e di scoperta sono state tante.

Penso proprio che per mio figlio sarà un ricordo importante, come lo sono stati per me quella fiera con la mia mamma e quella padellina che sembrava friggere davvero.

Se siete molto distanti forse non ne vale la pena, ma se abitate vicino a Milano e avete un bimbo piccolo ve la consiglio per il prossimo anno!

2 thoughts on “Al salone internazionale del giocattolo di Milano”

  1. Giochi Preziosi c’era… strano che tu non ti sia ricomprata la FriggiFriggi visto che l’hanno rifatta al modico prezzo di 40 euro (!!!!!!)
    Bellissima esperienza per i bambini davvero, ma poca o nessuna attenzione per i genitori. Nonostante l’assenza di certi marchi e la poca disponibilità di altri, si sono trovate comunque alcune offerte fiera valide. Vale la pena ripetere l’esperienza solo per merito della compagnia 🙂

    1. Sto aspettando che qualcuno me la regali per Natale la Friggi Friggi!
      È vero, scarsa attenzione nei confronti dei grandi… temo non avessero considerato che certi genitori sono più bambini dei loro bambini! 😂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *