Giochi con materiali di riciclo per i bimbi più piccoli

Oggi ho portato un po di materiali ad un bell’evento dedicato ai bambini: Bimbolandia, a Sant’Agata Bolognese. Mi è stato chiesto qualcosa che potesse andar bene per far giocare i più piccoli, dell’età dell’asilo nido.

Ho scelto di portare degli elementi da costruzione e alcuni giochi semplici fatti con materiali di riciclo. Per mostrare ai genitori quanto sia semplice costruire in casa giochi interessantissimi riciclando cose che normalmente buttiamo via. Ringrazio il Comune di Sant’Agata Bolognese che organizza questa iniziativa tutta per i bambini e le mie colleghe che mi hanno chiesto di partecipare con un mio angolino.

Ho portato in particolare tre diversi tipi di materiale da costruzione:

Cubi da costruzione realizzati con le bottigliette dello yogurt da bere, di cui vi presento il tutorial alla fine di questo post.

Ho poi aggiunto dei giocattoli semplicissimi, personaggi sempre rigorosamente fatti in casa con materiali di riciclo:

Serpente e omino di tappi (forati e collegati attraverso un cordoncino).

Infine ho portato le meravigliose stelle di cannucce, di cui trovate una spiegazione per la realizzazione e l’utilizzo alla fine di questo post.

I bambini più piccoli hanno ancora soprattutto bisogno di sperimentare con diverse tipologie di materiali: il gioco cosiddetto euristico la fa ancora da padrone nella fascia di età del nido. Si tratta fondamentalmente di esplorare oggetti il più possibile differenti fra loro, sia nel materiale che nelle forme, nei colori e nelle consistenze. Questa attività è fondamentale per i bambini così piccoli perché gli permette di sviluppare capacità tanto in ambito motorio quanto in ambito cognitivo.

Un bambino per esempio che sta osservando e toccando alcuni oggetti li afferra, li rigira fra le mani, prova ad impilarli, incastrarli o metterli dentro e fuori; osserva forme, colori, consistenze, e inizia cosí a confrontarli, catalogarli. Con tutte queste azioni il bambino sta esercitando l’utilizzo delle dita e la motricità fine, sta imparando a conoscere il senso delle misure di grandezza, sta sperimentando la capacità di tenere gli oggetti in equilibrio con movimenti consapevolmente controllati. E contemporaneamente sta anche sviluppando strutture di pensiero che diventeranno fondamentali, come la capacità di raggruppare o dividere gli oggetti in base a somiglianze e differenze.

Si tratta di forme di gioco che prevedono conquiste davvero complesse, ma il bello è che si possono sperimentare con materiali semplicissimi, non c’è bisogno di molto. Basta dar loro una gamma di oggetti appunto differenti fra loro.

Tanti giochi possono essere realizzati da noi con materiali di riciclo.
È importante aggiungere peró anche esperienze con elementi naturali come pigne, grandi sassi, bastoni, sezioni di legno levigato, conchiglie. Materiali di uso comune come mestoli, piccoli pentolini di latta, chiavi, spazzole, spugne.

Poi oltre a questi materiali naturali e di uso comune possiamo proporre anche gli oggetti costruiti da noi, come quelli che ho portato appunto a Bimbolandia e che ho elencato all’inizio.

Ne vediamo ora in particolare due: i cubi da costruzione con le bottigliette dello yogurt da bere e le stelle di cannucce.

Di seguito un breve tutorial fotografico che vi spiega come realizzare i cubi da costruzione:

Materiali:

Scotch da pacco trasparente, bottigliette di yogurt da bere svuotate e lavate e pennarelli indelebili.

Tutorial:

Passiamo ora alle Stelle (o fiori, o palle) di cannucce. Semplicissime da realizzare e adatte per cose anche diverse.

Per decorare la casa per esempio sono bellissime sia utilizzate come “maxi pon pon” da appendere, sia come insoliti e coloratissimi fiori da mettere in vaso.

Ottime anche per far giocare i bambini perché con le loro forme e con i loro colori sgargianti sono affascinanti da manipolare, e inoltre si incastrano fra di loro formando fantasiose costruzioni.

Non serve nessun tutorial: basta prendere un mazzo di cannucce e stringerlo al centro con una fascetta da elettricista: immediatamente assumeranno la forma di una palla. L’effetto cambia a seconda che usiate più o meno cannucce, potete realizzarne di monocolore o di multicolore, basta solo sperimentare!

Per i sempreinpiedi e le bambole-fazzoletto conto di fare un post a parte con i tutorial prossimamente.

Buon inizio di settimana!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *