Bicchiere fantasma

Un tutorial per un progettino velocissimo da fare con i propri bimbi quando si ha poco tempo: il bicchiere fantasma!

Halloween si avvicina, e anche se manca più di un mese mio figlio si e’ già attivato. Gli è sempre piaciuto giocare sul tema di mostri, fantasmi, alieni… e tutte le creature fuori dall’ordinario o mutuate dal mondo della paura. E io lo trovo molto sano, perché saper giocare con le paure aiuta ad esorcizzarle. Ecco perché abbiamo sempre festeggiato Halloween. È una festa molto poco sentita in Italia, e a volte viene perfino condannata. Io sono un po’ più elastica e credo che ogni scusa sia buona per far festeggiare i nostri bimbi. Ma non è solo questo. Ad Halloween ci si traveste, e il travestimento é un gioco simbolico utilissimo per i bambini (oltre che molto amato). Cosa ancor piu’ importante ci si traveste da tutti quei mostri, streghe e fantasmi che possono far paura: così le paure si minimizzano, si ridimensionano, si rielaborano in forme giocose, proprio per superarle. È lo stesso motivo per cui è utile leggere le favole classiche ai bimbi: presentano figure temibilissime, come matrigne perfide, streghe, lupi mangiapersone. Eppure la psicologia contemporanea ci dice che mettere le paure in forma di fiaba serve ai piccoli per affrontarle ed esorcizzarle.

Noi abbiamo sempre fatto lavoretti creativi sul tema di Halloween, costruendo i nostri personaggi di paura con carta, flaconi, rotoli della carta igienica. Il giorno di Halloween abbiamo sempre fatto una caccia al tesoro, e naturalmente il “dolcetto o scherzetto”, che mio figlio adora (si possono dimenticare le carie per un giorno???).

Ieri il piccolo ha voluto realizzare questo progetto, tutto con le sue mani. Ha 8 anni e sa ritagliare, voi potete farlo anche con i bimbi più piccoli, basterà aiutarli se necessario. L’unico passaggio in cui l’ho sostituito è stato nel fare il foro sul bicchiere col succhiello, che serve per poi appendere il fantasmino. Per il resto mi sono limitata a fare le foto, ed ecco il tutorial:

Materiali occorrenti



Tutorial

Bravo piccolo! Noi abbiamo pensato di farne diversi in questi giorni, e poi di appenderli in camera sua… ci provate?

Al prossimo post!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *