Al “Collego la mente 2016”, spazio espositivo e laboratorio

Il mio spazio espositivo e il mio laboratorio per bambini al “Collego la mente 2016”.

Come ho già detto in un post precedente la prima volta che ho esposto in pubblico i miei giocattoli fatti in casa è stato nel 2015, quando l’associazione “La scatola delle idee” mi invitò al festival “Collego la mente 2015”.L’esperienza fu entusiasmante, quindi l’anno successivo, al “Collego la mente 2016, secondo festival della Creatività“, sono tornata, con spazio espositivo e spazio laboratorio ancora più grandi!

La location scelta dall’associazione era il pattinodromo di San Giovanni in Persiceto. Oltre alle opere di mattoncini Lego (grande mission dell’associazione), la manifestazione si è aperta a tante altre forme di artigianato creativo, con spazi espositivi ma anche interattivi e laboratoriali diversificati.

Ho visto bambini divertirsi moltissimo in tutti gli angoli in cui potevano “mettere le mani in pasta”. Li ho visti spalancare gli occhioni davanti alle opere in mattoncini Lego dell’associazione. Davvero un iniziativa migliorata e ancor più riuscita della prima, complimenti a “La scatola delle idee”!

La meraviglia e la gioa dipinte sui volti dei bambini sono le cose che più mi hanno colpita e motivata ogni volta che ho esposto i miei giocattoli fatti in casa e realizzato i miei laboratori.

Tutte le foto che vedete sono relative al mio spazio all’interno del festival. Ho potuto disporre di due lunghi tavoli (uno più alto e uno più basso) per esporre e di un tavolo-laboratorio per far lavorare i bambini.

I miei lavori esposti erano davvero la summa di tutte le cose che amo di più in ambito di giocattoli…

Le bambole, dalla più complessa in stile Waldorf (cucita a mano con l’aiuto di zia Gilla,che ringrazio), alle bambole/fazzoletto e bambole/strofinaccio, passando per bamboline all’uncinetto, di carta, di lana, di mollette da bucato. In pratica tutte le tipologie in cui mi sono cimentata, che poi vedremo più nello specifico in futuri post dedicati.

I giochi di una volta, che mi hanno sempre tanto affascinata… perchè con la loro semplicità e povertà consentono ore di un divertimento più pieno, più sano e creativo… con tutto il sapore e la magia di un’infanzia ricca più di contenuto e significato che non di apparenza…

Provate con i vostri bambini a passare un pomeriggio lontani da mass media, videogiochi e giocattoli preconfezionati… per costruire insieme un gioco con materiali poveri e poi giocarci! La differenza si capisce solo provandoci.

Sassi dipinti, giochi di carta e cartoncino, materiali da costruzione, personaggi realizzati all’uncinetto, figure di scoubidoo, personaggi con bottiglie di plastica e giochi fatti con scatole di cartone

C’era poi uno spazio con alcuni giochi messi a disposizione per essere “giocati” dai visitatori: l’angolo “prova tu questi giochi

Alcuni dei giochi in mostra potevano poi essere costruiti con me nello spazio laboatorio. Questo spazio è stato frequentatissimo e davvero molto pieno, più ancora dell’anno precedente! Per questo ho dovuto “arruolare” altre due persone che mi dessero una mano: erano Letizia e Monica, bravissime, mille grazie!

 

 

 

 

 

 

 

 

I I I I I I I bambini ed i genitori ai laboratori, entusiasti e gentilissimi, ed i visitatori che hanno anche solo sbirciato i miei giocattoli, facendo tanti complimenti, chiedendomi di aprire un blog o un sito… mi hanno dato veramente tanta soddisfazione e mi hanno motivata ad aprire questo blog e a continuare a dedicarmi con ancora più slancio alle mie passioni. Grazie di cuore a tutti!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *